PATRIMONIO CULTURALE

RESTAURO CONSERVATIVO DELLA CASA PAGANI
Il Comune di Valsolda, propietario della casa Pagani in frazione Castello, aveva da tempo predisposto uno studio di fattibilità ed un progetto preliminare per restaurare l'edificio, soprattutto la facciata riccamente adornata di elementi architettonici, scultorei e decorativi, ma l'operazione, per mancanza di finanziamenti, non ha mai potuto decollare. La collaborazione delle amministrazioni locali è a volte alla base di successi insperati. Ecco quindi che il Comune chiede aiuto all Comunità Montana che ha, per la casa Pagani un notevole interesse in quanto stà cercando la sede giusta per un Centro di Documentazione rivolto in particolare all'attività artistica dei maestri pittori, scultori ed architetti che hanno avuto legami con il nostro territorio e in particolare con la Valsolda.
Nasce un accordo tra i due enti che si concretizza dapprima con la cessione alla Comunità Montana della Casa Pagani, poi con un progetto di restauro e infine con un finanziamento che consentirà di poter appaltare i lavori di restauro entro la fine di quest'anno.

LA FORTEZZA TARDOROMANA DI SANTA MARIA REZZONICO
In accordo con l'amministrazione comunale, la Comunità Montana Alpi Lepontine, ha sottoposto alla Soprintendenza Archeologica una proposta di valorizzazione della struttura in oggetto e della relativa area di pertinenza.
Si tratta in primo luogo di effettuare un'accurata manutenzione ordinaria delle mura mediante la pulizia degli arbusti e del terriccio e la verifica degli interventi di restauro eseguiti in passato con eventuali ulteriori opere di consolidamento.
L'obiettivo principale della proposta è però quello di valutare l'opportunità di una ripresa delle attività di ricerca, interrotte nel 1985, avviando una nuova campagna di scavi archeologici finalizzati alla messa in luce delle eventuali murature interne al recinto e all'invenzione di ulteriori reperti di interesse storico-antropologico.

Riferimenti Normativi

Ultima modifica: Lun, 17/08/2015 - 12:17