Il Giorno del Ricordo

Cari Coccagliesi,

Il Giorno del Ricordo è una solennità civile nazionale italiana, celebrata il 10 febbraio di ogni anno.
Istituita con la legge 30.3.2004 n° 92,  commemora le vittime dei massacri delle Foibe e dell'esodo giuliano-dalmata:
 “La Repubblica riconosce il 10 febbraio quale Giorno del ricordo al fine di conservare e rinnovare la memoria della tragedia degli italiani e di tutte le vittime delle foibe, dell'esodo dalle loro terre degli istriani, fiumani e dalmati nel secondo dopoguerra e della più complessa vicenda del confine orientale”.

È una ferita crudele, che ancora non è stata sanata, che ha fatto soffrire tanti italiani, che si sono visti privati della casa, della loro terra, dei loro averi; una tragedia che ancora non ha trovato la sua degna conclusione.
La vicenda degli esuli Giuliano-Dalmati è una delle pagine più drammatiche della nostra storia recente, ha segnato la tormentata storia del confine orientale attraverso una lunga sequenza di eventi tragici in cui lo scontro ideologico si è unito all'intolleranza etnica, gli orrori della guerra alla follia dei totalitarismi.

Con questa  legge  la tragedia del confine orientale, le Foibe, l'esodo degli italiani dall'Istria, Fiume e Dalmazia sono riconosciute dalla Repubblica come eventi riguardanti l'intera Nazione. 
L'auspicio è che la ricorrenza del 10 febbraio serva anche questo: a diffondere nella nostra società una memoria condivisa nei suoi fondamentali caratteri in cui sentire più sicura e rafforzata la nostra democrazia.

L’Amministrazione Comunale non può e non vuole dimenticare: non perché ci anima lo sdegno, ma perché vogliamo che le tragedie del passato non si ripetano in futuro.

 Il sindaco  dott.  Franco Claretti

Data: 10/02/2015 Ultima modifica: Ven, 18/09/2015 - 10:11